sabato 17 settembre 2011

Pasta al forno

Metà mattina. Sabato. Torno a casa. Casa vuota. Frigo pieno. Voglia di cucinare.
Spalanco le finestre. Permetto a quell'esile filo d'aria di penetrare nella mia cucina. Ed alla luce di investirla in pieno.
Ho voglia di preparare il pranzo. Per la mia famiglia. Per mia mamma, che ha già la sua buona dose di preoccupazioni. E forse così posso renderla felice, alleggerirle la giornata e riempirmi di qualche bel complimentuccio che non guasta mai!
Per la gioia di tutti, mamma papà e sorella, mi metto all'opera!
Ed è bello sentir rincasare il proprio padre, con un sorriso sulle labbra, ha riconosciuto l'odore del sugo di sua figlia, della sua pasta. Del resto dopo l'estate, ahimè o per fortuna, si riprendono i ritmi dei lunghi nove mesi che separano dalla bella stagione. In quel lasso di tempo di durata non indifferente, mamma lavora e il timone di questa barca tocca a me. Sono io che navigo a vele spiegate sui tempestosi mari dell'alimentazione.
E così via. Prepariamo qualcosa di tosto! Di forte! Di terribilmente buono!
E allora si... Soffritto, carne, piselli e sugo. Pasta, formaggio e melanzane fritte! Ecco la pasta al forno, timballo di pasta per molti... Per me, un tipico piatto della tradizione siciliana!



INGREDIENTI PER 6 PERSONE
400 g di penne rigate
1 barattolo di concentrato di pomodoro da 210 g ( Io ho usato Mutti)
300 g di carne tritata di manzo
1 scalogno
150 g di piselli (vanno bene quelli surgelati)
1/2 bicchiere di vino bianco
100 g di Parmiggiano (io vado ad occhio! Dosare secondo i gusti personali)
Galbanino
Sottilette
1 melanzana piccola
Olio d'oliva extravergine
Olio di semi (per la frittura delle melanzane)

PREPARAZIONE:
In una padella scaldare l'olio di semi e friggere le melanzane tagliate a fette, dopo essere state messe a mollo in acqua salata e strizzate bene. Lasciar asciugare l'olio in eccesso e raffreddare.
A parte in una pentola soffriggere la cipolla nell'olio d'oliva. Aggiungere i piselli e dopo un paio di minuti la carne. Lasciar cuocere per cinque minuti, deve rosolare bene, e sfumare col vino bianco. Quando questo sarà evaporato, aggiungere il concentrato di pomodoro e diluire con circa due bicchieri d'acqua. Coprire e lasciare andare a fuoco basso (non ho calcolato il tempo, circa 3/4 d'ora credo). A cottura ultimata salare il sugo. A parte far bollire l'acqua e cuocere la pasta che dovrà restare al dente. Condirla col ragù.
Cospargere una teglia rettangolare di qualche cucchiaiata di sugo, disporre metà della pasta condita e riempire con il Galbanino tagliato a fette, il Parmiggiano ed uno strato abbondante di melanzane fritte. Coprire con la rimanente pasta. Adagiare sopra le Sottilette e cospargere ulteriormente di Parmiggiano. Passare in forno a 200° per 10 minuti al massino, il tempo necessario affinchè si formi sopra la crosticina di formaggio. Servire tiepida.



La DolceMela

11 commenti:

  1. Un ottima pasta al forno, voi in Sicilia sapete farla in modo favoloso!!!Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  2. wow da leccarsi i baffi! complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Ciaoooo grazie per il commento al mio blog... Vedo che il tuo è nato da poco.. e promette benissimo... guarda qui che timballo!!!! da leccarsi i baffi davvero!!! Io rimando a periodo invernali.. Torna presto a trovarmi.. mi farebbe piacere!!! baci e buona serata :-D

    RispondiElimina
  4. Quando si cucina per gli altri e si riesce ad ottenere un sorriso è una soddisfazione bellissima! questa pasta al forno ti è venuta benissimo!complimenti

    RispondiElimina
  5. grazie della visita :)
    che buona pasta al forno, a presto

    RispondiElimina
  6. Favoloso questo bel piatto di pasta! Chissà che gusto! Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  7. Buona la tua pasta al forno!!!!

    RispondiElimina
  8. è sempre una bella soddisfazione cucinare per la famiglia, per le nostre persone preferite. Bel piatto !

    RispondiElimina
  9. Da come l'hai descritto ho l'acquolina. Complimenti sei bravissima!3

    Baci e buona settimana

    Giovanna

    RispondiElimina