domenica 23 ottobre 2011

Odore di spezie... tra una lezione e l'altra

Avevo perso l'abitudine. Non ricordavo più la Melania impegnata, attiva, quella che in fondo si dedica solo a se stessa ed alle sue priorità. Ed eccomi qui. Ho trascurato anche il mio amato blog. Ma gli impegni sono gli impegni... E per una persona precisina precisina come me sono legge, obblighi quasi. Mi immergo in questo mondo nuovo, sconosciuto, in silenzio ed in punta di piedi. Assaporo ogni saluto senza nome, volto non familiare, voce da imparare, rapporto da instaurare. Allontano la reticenza, la diffidenza. Abbatto, con poca intenzionalità in fondo perchè è anche bello così e conquistare ogni rapporto umano passo per passo, il muro che mi separa dagli "sconosciuti" e potenziali nuova conoscenza, amicizia, rapporto.
Chiusa in una assoluta apatia nei confronti di quelle persone che appartengono al passato ed alla mia "precedente vita", a braccia aperte e ben volenterosa mi accingo a scalare questa nuova montagna. Partendo da valle.
Le lezioni assorbono parte del mio tempo, prima vuoto, mi danno una ragione per sentir suonare la sveglia presto la mattina. E così come le ore passate a sottolineare nozioni già sentite o concetti sconosciuti, distinguendo colori per importanza, funzione. Come la vita del resto: un continuo separare, evidenziare, capire, cestinare, scegliere. Fissare in mente. Archiviare come superfluo.
Ci sono poi compagni di viaggio che nonostante il cambiamento di rotta restano accanto a me. A mandare avanti la nave. Sù l'albero maestro, ammainiamo le vele. Marinaio, caliamo la scialuppa che qui affonda tutto! Capitano, beviamoci su un bel goccetto!
Ed a loro, rivolgo un sorriso, il più tenero, puro e sincero.
Tra tutto questo caos ed alternarsi di vecchio e nuovo, conosciuto ed imprevisto, non trascuro di certo la mia cucina, le mie teglie, la farina, lo zucchero, il sale e le spezie. Accumulo foto e racconti da dover postare, cercando il modo migliore per raccontare dei sapori, i miei. Ed il tempo necessario.
Sfruttando a meglio il tempo calmo di una notte offerta dal capriccioso Ottobre, ho sfornato dei muffins (sai che novità!) deliziosi per un pranzo con l'allegra combriccola. Sono stati apprezzati. Ed anche se così non fosse stato, il loro profumo sarebbe bastato abbondantemente a soddisfarmi.
I miei piccini....
MUFFINS SPEZIE ED UVETTA!


INGREDIENTI:
220 g di farina 00
2 uova
125 g di yogurt (bianco o come nel mio caso vaniglia e zenzero della Vitasnella)
120 g di zucchero
1/2 vasetto di olio di semi
2 cucchiaini di lievito
100 g di uvetta
1/2 cucchiaino di zenzero
1/2 di noce moscata
1/2 di cannella


PROCEDIMENTO:
Due contenitori: in uno miscelare con una frusta a mano tutti gli ingredienti liquidi, nell'altro i solidi. Unire i solidi ai liquidi e lavorare pochissimo. Appena sarà amalgamato, riempire i pirottini, sistemati nell'apposito stampo, per circa i 2/3 e cuocere a 180° per 25 minuti nel forno già caldo.


La DolceMela

2 commenti:

  1. Buonissimi ed apprezzatissimi! :D

    RispondiElimina
  2. che belli e ben lievitati questi muffin!! e che adorabili i pirottini. un bacione

    RispondiElimina